Rapp.te di Classe - fnssc

FNSSC
Figlie di Nostra Signora del Sacro Cuore
SCUOLA DELL'INFANZIA E PRIMARIA PARITARIA
Vai ai contenuti

SCUOLA DELL'INFANZIA E PRIMARIA PARITARIA   
FIGLIE DI NOSTRA SIGNORA DEL SACRO CUORE


Rappresentante di Classe

Il rappresentante di classe è il principale intermediario tra i genitori e gli organi collegiali della scuola.

I Rappresentanti di Classe vengono eletti nel corso di assemblee convocate dal Dirigente Scolastico entro il 31 ottobre. Il Rappresentante di Classe, una volta eletto, diventa membro del Consiglio di Interclasse e rimane in carica fino alle elezioni successive (quindi anche all’inizio dell’anno scolastico seguente). In caso di decadenza di un rappresentante di classe (per perdita dei requisiti o dimissioni), il Dirigente Scolastico nomina, per sostituirlo, il primo dei non eletti.

I Rappresentanti di Classe sono il tramite tra le famiglie e i docenti per le questioni che riguardano l’intera classe. Le questioni individuali, che riguardano singoli alunni, vengono affrontate dai genitori e dai docenti nei colloqui individuali. Esistono momenti istituzionali nei quali i Docenti e i Rappresentanti si incontrano: i Consigli di Interclasse.
Ruolo e funzioni
II rappresentante di classe

ha il diritto di
NON ha il diritto di
farsi portavoce di problemi, iniziative, proposte, necessità della propria classe presso il Consiglio di cui fa parte o presso i suoi rappresentanti nel Consiglio di Circolo;
 
informare i genitori della propria classe mediante diffusione di relazioni, note, avvisi, ecc.  previa  richiesta  di  autorizzazione al  dirigente  scolastico  (oppure,  nei  plessi staccati, all'insegnante responsabile del plesso), circa gli sviluppi di iniziative avviate o proposte dalla direzione, dai docenti, dal Consiglio di Circolo; ricevere le convocazioni alle riunioni del Consiglio con almeno 5 giorni di anticipo rispetto alla data fissata;
 
essere convocato alle riunioni in orari compatibili con gli impegni di lavoro;
 
convocare  l'assemblea  della  classe  di  cui  è  rappresentante qualora  i  genitori  la richiedano o egli lo ritenga opportuno.   
 
La convocazione dell’assemblea, se questa avviene nei locali della scuola, deve avvenire previa richiesta indirizzata al Dirigente. La richiesta deve riportare chiaramente l'ordine del giorno e deve essere autorizzata in forma scritta;
 
avere a disposizione dalla Scuola il locale per le assemblee di classe, purché le stesse si svolgano in orari compatibili con l'organizzazione scolastica;
 
accedere ai documenti inerenti la vita collegiale della Scuola (ad es. verbali delle riunioni degli organi collegiali, ecc. pagando il costo delle fotocopie) nel rispetto della normativa sui dati sensibili.


occuparsi di casi singoli;
 
trattare argomenti che sono di competenza degli altri organi collegiali della Scuola (per es. quelli inerenti la didattica ed il metodo di insegnamento);
 
prendere iniziative che screditano la dignità della Scuola: qualunque situazione che possa   configurarsi   come   un problema   deve   sempre   essere   discussa   prima collegialmente. Se si tratta di situazione ritenuta delicata o che riguarda singole persone deve   sempre   essere      affrontata      insieme      al      dirigente      scolastico.
II rappresentante di classe ha il dovere di
fare da tramite tra i genitori che rappresenta, tenersi aggiornato sugli aspetti che riguardano ingenerale la vita della scuola;
 
essere presente alle riunioni del consiglio in cui è stato eletto;
 
informare i genitori che rappresenta sulle iniziative che li riguardano e sulla vita della Scuola;         
 
farsi portavoce, presso gli insegnanti, presso il dirigente scolastico, presso il Consiglio di circolo, delle istanze presentate a lui dagli altri genitori;
 
promuovere iniziative per coinvolgere nella vita scolastica i Genitori che rappresenta;
 
conoscere l'offerta formativa della Scuola nella sua globalità;
 
collaborare perché la   Scuola porti avanti con serenità il  suo compito educativo e formativo.
FNSCC
Torna ai contenuti