Regolamento - fnssc

FNSSC
Figlie di Nostra Signora del Sacro Cuore
SCUOLA DELL'INFANZIA E PRIMARIA PARITARIA
Vai ai contenuti
Scula Primaria

SCUOLA PRIMARIA


 Il presente regolamento è parte integrante del Progetto Educativo della scuola e del Piano dell’offerta formativa.
 

 
 
 REGOLAMENTO INTERNO DELLA SCUOLA PRIMARIA
 
“FIGLIE DI NOSTRA SIGNORA DEL S.CUORE”

 
 

 
 
ORARIO
 



 
 

Per rendere maggiormente sicura la permanenza a scuola degli alunni è necessario attenersi a quanto segue:


 
 
INGRESSO ALLA SCUOLA (dalle ore 7.30 alle ore 8.10)
 
 
1.  Per evitare incidenti o intralci all’ingresso e all’uscita degli alunni a scuola è vietato lasciare l’auto in sosta fuori al cancello (mattino e pomeriggio).
 
2.  Le lezioni iniziano alle ore 8.20: i docenti sono tenuti a trovarsi a scuola alle 8.10 in modo da essere presenti all’ingresso degli alunni per assicurare l’accoglienza e la vigilanza degli stessi e similmente sono tenuti a curarne l’uscita al termine delle lezioni alle ore 16.00 alle ore 16.10.
 
3.  I bambini vengono lasciati dai genitori alla porta d’ingresso del salone e attenderanno l’arrivo della maestra sotto la sorveglianza di personale della scuola.
 
4.  Il genitore è tenuto a non entrare in salone e a lasciare libero lo spazio antistante il salone per motivi di sicurezza.
 
5.  Gli alunni sono tenuti a frequentare regolarmente la scuola, ad entrare in classe puntuali e ad osservare le altre disposizioni orarie stabilite dalla scuola.
 
6.  Il permesso di entrata posticipata degli alunni, a condizione che non si tratti di ritardi sistematici, viene concesso, per i primi cinque minuti, dall’insegnante stessa. Per i casi particolari, quando il ritardo supera i cinque minuti (visite mediche e per motivi di famiglia …) l’autorizzazione viene concessa dalla coordinatrice della scuola e portata a conoscenza dell’insegnante.
 
7.  Qualora si verificassero, per problemi familiari, ritardi nell’ entrata a scuola degli alunni, si specifica che essi vanno sempre motivati e accompagnati da giustificazione.
 
8.  Gli ingressi sono possibili nei cambi dell’ora: 9,30 - 10,30.
 
9.  Dopo ripetuti ritardi, il genitore o chi ne fa le veci, sarà convocato dalla dirigenza scolastica.


 
 
ASSENZE DEGLI ALUNNI E  GIUSTIFICAZIONI
 
1.  Le giustificazioni delle assenze degli alunni, anche per un solo giorno, devono essere fatte per iscritto, sul libretto personale e recare la firma di un genitore o di chi ne fa le veci.
 
2.  La giustificazione per assenze per malattia che superano i sei giorni consecutivi, compresi i festivi, deve essere accompagnata da certificato medico.
 
3.  Le assenze di durata uguale o superiore ai sei giorni, compresi i festivi, dovute a motivi familiari, devono essere notificate per iscritto sul libretto personale  in anticipo all’insegnante e certificate successivamente sul libretto personale, al rientro.
 
 
NB: I genitori saranno tenuti ad informarsi, presso i compagni di classe, relativamente ai compiti da recuperare, in quanto le insegnanti non sono tenute a fornire i compiti .


 
 
 
USCITE ANTICIPATE
 
1. Per le uscite anticipate, sporadiche, dalla scuola, è necessaria la richiesta scritta dei genitori sul libretto personale.
 
2.  Gli alunni possono uscire dalla portineria solo se accompagnati dai genitori o da chi ne fa le veci.
 
3.  Il permesso di uscita anticipata va firmato dall’insegnante della prima ora e annotato sul registro di classe.
 
4. Le uscite anticipate, accompagnate da giustificazione scritta dei genitori, possono
 
    avvenire durante i cambi dell’ora per non disturbare le lezioni e per rispettare il lavoro  
 
    dell’insegnante e dei compagni.
 
5.  Il genitore attenderà il proprio figlio in portineria senza salire al piano delle aule. Sarà cura dell’insegnante assicurare l’uscita puntuale dell’alunno.


 
 
USCITA AL TERMINE DELLE LEZIONI (dalle ore 16.00 alle ore 16.10)
 
1.  I bambini sono accompagnati dalla maestra all’uscita e consegnati direttamente ai genitori. Si chiede ai genitori di collaborare nell’essere puntuali e segnalare all’insegnante il ritiro del proprio figlio; nel caso in cui il bambino non venga ritirato dal genitore, questi ne deve dare comunicazione scritta sul libretto personale compilando la delega.
 
2.  E’ vietato intrattenersi a colloquio con la maestra durante l’orario di uscita dei bambini.
 
3.  Le maestre ricevono i genitori nei tempi fissati o su appuntamento
 
4.   La scuola e le maestre non assicurano la sorveglianza dei bambini dopo le ore 16.10. Chi non può arrivare entro questo orario è tenuto a dare comunicazione alla Direzione in caso di particolari necessità.
 
 
 
USCITE ANTICIPATE IN CASO DI MALESSERE
 
1.Qualora l’alunno manifestasse malessere, l’insegnante   contatterà telefonicamente il genitore o, nel caso di mancato rintracciamento, altri familiari di cui è stato fornito il recapito telefonico, al fine di provvedere al più presto al ritiro dell’alunno presso la portineria della scuola.


 
 
DURANTE IL TEMPO SCUOLA  (dalle ore 8.10 alle ore 16.00)
 
 
1.  Per ragioni di sicurezza, a nessun genitore, o altro parente, è permesso recarsi, in tempo scolastico, nei corridoi e tanto meno nelle aule. Per qualunque bisogno ci si rivolga in portineria.
 
2.  Se il bambino non sta bene, o ha qualche bisogno particolare, i genitori saranno informati dalla scuola.
 
3.  Se, per problemi di salute, il bambino non può uscire in cortile durante la ricreazione del pomeriggio, il genitore può venire a prenderlo. In casi particolari la richiesta di rimanere negli ambienti della scuola sarà valutata dalla Coordinatrice.
 
4.  Le insegnanti non possono somministrare alcun tipo di farmaco secondo E. M. 25/11/2005.  


 
 
IN CLASSE
 
1.  Durante le lezioni gli alunni rimangono in classe mantenendo un comportamento corretto e rispettoso dell’insegnante, dei compagni e dell’ambiente.
 
2.  Portano ogni giorno il materiale scolastico necessario ed è cura del genitore controllare quotidianamente il libretto personale e la cartella    dei propri figli.
 
3.  Rispettano il materiale didattico di loro uso, mantenendo l’ordine e la pulizia dei locali.
 
4.  Hanno il dovere di eseguire i compiti assegnati, di rispettare i tempi dei compagni e di aiutare quelli in difficoltà.
 
5.  Non possono cambiare i posti in aula se non con l’autorizzazione dell’insegnante.
 
6.  Non possono uscire dalle aule durante le ore di lezione, salvo casi particolari valutati dall’insegnante.
 
7.  Non è consentito masticare chewing gum.
 
8. Gli alunni, durante gli spostamenti dalla propria aula, sono tenuti a rispettare col comportamento corretto l’attività scolastica che si svolge regolarmente nelle altre aule, perciò si muoveranno in silenzio, in fila e accompagnati dall’insegnante.
 
9. E’ vietato portare a scuola cellulari, oggetti di valore, lettori MP3, gioielli, occhiali da sole e denaro contante se non espressamente richiesto dall’insegnante.
 
10. In caso di smarrimento o furto, la scuola si ritiene esonerata da ogni responsabilità.
 
11. E’ vietato l’uso della cartella nella modalità “trolley” all’interno della scuola per motivi di sicurezza.
 
12. Gli alunni accolgono il significato di un richiamo o di un rimprovero e hanno il diritto- dovere di rispettare e di essere rispettati dai compagni e dagli adulti.
 
 
 
IN REFETTORIO
 
Piccole regole di buon comportamento a mensa:
 
1.  Gli alunni si recana  alla mensa senza precipitarsi, specialmente lungo il corridoio.
 
2.  Prendono posto al tavolo con la massima tranquillità.  
 
3.  Attendono di essere serviti senza infastidire chi gli è accanto.
 
 
Le elementari regole di buona educazione ci dicono di:
 
1.  Non rovinare, sprecare o gettare il cibo proprio o del compagno
 
2.  Non giocare con l’acqua o fare altri scherzi ai compagni.
 
3.  Non gridare.
 
4.  Non alzarsi da tavola senza consenso dell’insegnante.
 
 
Al termine del pranzo:
 
1.  A turno, si sparecchia il tavolo e si versano i rifiuti negli appositi contenitori senza buttare nulla per terra.
 
2.  Si esce dalla sala da pranzo quando le maestre  ne danno il permesso.
 
3.  Le allergie o intolleranze alimentari vanno certificate dal medico curante
 
 
NB: Chi non osserva il presente regolamento, sarà temporaneamente sospeso dalla mensa della propria classe.


 
 
INTERVALLO
 
1.  Al suono della campanella per l’intervallo, gli alunni escono dall’aula, dove rientreranno solo al termine dell’intervallo stesso.
 
2.  Gli insegnanti verificheranno che tutti siano usciti dall’aula.
 
3.  Di norma l’intervallo si fa nel cortile della scuola( controllati da tre insegnanti). Quando ciò non fosse possibile, si rimarrà negli spazi prestabiliti.
 
4.  Durante la ricreazione dalle 10.30 alle 10.45 non si portano i giochi.
 
5.  Durante la ricreazione dalle 13.00 alle 13.55 è consentito l’uso dei giochi  o scambi di figurine.
 
6. Le carte  o altro materiale si gettano negli appositi contenitori per i rifiuti.
 
7.Si rispettano le piante, perciò non si strappano le foglie.
 
8.  Si rispettano i compagni, e non si spingono anche solo per gioco.
 
9.  Non si praticano giochi pericolosi.
 
10.     Alla fine dell’intervallo, si torna in classe in fila e accompagnati dall’insegnante.
 
 
 
 
DISCIPLINA
 
La mancata osservanza dei doveri sopra elencati, in quanto lesiva dei diritti altrui, può essere oggetto di sanzioni disciplinari, con la finalità educativa di ripristinare un rapporto equilibrato di diritti  e doveri all’interno della comunità scolastica, nonché al recupero dello studente attraverso attività di natura sociale, culturale ed in generale a vantaggio della comunità scolastica.
 
 
I criteri regolativi sono di esclusiva pertinenza della scuola:
 
·       Sono sempre temporanei
 
·       Tengono conto della situazione personale dell’alunno,  del contesto in cui si è verificato l’episodio e dell’età.
 
·       Saranno ispirati al principio della responsabilizzazione personale e della riparazione del danno
 
·       Verranno comminati dopo aver invitato l’alunno ad esporre le proprie ragioni (giustificazioni)
 
·       La convocazione dei genitori, legata ad alcune sanzioni disciplinari, si deve configurare come mezzo d’informazione, di accordo e di impegno per una concertata strategia di recupero.
         


MANCANZE / SANZIONI


            
  

     
 
  
FESTE
 
Compleanni
 
Per motivi educativi e disciplinari, eventuali feste di compleanno si svolgeranno in aula durante la ricreazione breve con la seguente modalità: distribuzione di una merendina monoporzione sigillata o un sacchettino di caramelle.
 
 
Festa di fine Anno scolastico
In definizione


 
 
 
LE MAESTRE RICEVONO I GENITORI NEI TEMPI FISSATI O SU APPUNTAMENTO
 
 

Siamo tutti tenuti ad osservare il presente regolamento
 
 
La Direzione



 
 
CALENDARIO SCOLASTICO  2017-2018
 
         



 
SI AVVISANO I GENITORI CHE LE DATE SOPRA RIPORTATE POTREBBERO SUBIRE VARIAZIONI.
 
DURANTE L’ANNO SCOLASTICO SONO PREVISTE GITE SCOLASTICHE IN DATE DA CONCORDARE.



FNSCC
Torna ai contenuti